GLOSSARIO

SOSTANZE CHE POSSONO CAUSARE DERMATITE

Quali sostanze possono causare una dermatite allergica da contatto?

L’allergia da contatto può essere provocata da molti tipi di sostanze diverse. Ma perché si sviluppi un’allergia è necessario che il sistema immunitario venga sensibilizzato verso determinate sostanze. Nelle persone predisposte geneticamente, ciò può essere facilitato da infiammazioni della pelle in genere causate dal ripetuto contatto con prodotti a potenziale azione irritante quali saponi, detersivi, disinfettanti, solventi, etc, ma anche dalla ripetuta esposizione a condizioni ambientali estreme (freddo, umidità etc) che possono causare una alterazione della struttura della pelle, facilitando la penetrazione di sostanze chimiche. Una volta che il sistema immunitario è stato sensibilizzato verso una certa sostanza, alla seconda esposizione a quella stessa sostanza si innesca la reazione allergica.

Tra le sostanze che più comunemente sono chiamate in causa nella dermatite allergica da contatto troviamo i metalli (soprattutto nichel e cromo), i cosmetici, i farmaci, il lattice, i tessuti e le resine.

Da non trascurare sono anche alcuni cibi, come la farina o le fave, alcune piante, l’erba e la polvere in cui sono presenti acari. 

Vediamone alcuni

 

Metalli.

Il nichel è un metallo molto diffuso in natura in molti alimenti (come arachidi, avena, cacao e cioccolato, pomodoro concentrato, lenticchie, mandorle, noci e nocciole), mentre nei manufatti umani è presente principalmente nella bigiotteria, fra cui soprattutto orecchini e oggetti per il piercing, braccialetti e collane, montature metalliche di occhiali, bottoni metallici di jeans, fibbie di cinture.

Questo metallo è però presente anche in molti cosmetici e prodotti da applicare sulla pelle come le creme solari, ma anche nei cellulari e smartphone. Il nichel si ritrova, poi, anche negli utensili da cucina, come posate e pentole.

Un altro metallo, il cromo, è largamente presente nel pellame delle scarpe. Per tale motivo la dermatite allergica da contatto da cromo si rende evidente principalmente ai piedi; tuttavia, essendo il cromo presente nei manufatti in pelle in genere, è possibile che la dermatite si localizzi in altre sedi come le mani per l’uso di guanti in pelle.

 

Lattice

Il lattice è un liquido lattiginoso che si ottiene dall’incisione di una pianta tropicale l’Hevea brasiliensis. L’allergia al lattice è un problema sanitario emergente: si è rilevato un crescente aumento di soggetti sensibilizzati a questa sostanza; tale aumento è in parte legato alla sempre maggiore diffusione dell’uso di guanti e altri dispositivi in lattice sia in ambiente sanitario sia nella vita quotidiana (ad esempio: materassi, cuscini, indumenti, preservativi, etc).

L’allergia al lattice, se contratta dall’operatore sanitario dopo esposizione a specifici presidi presenti nell’ambiente di lavoro, è considerata una patologia professionale.

 

Tessuti

Il rischio maggiore di allergia è rappresentato dai coloranti dispersi che sono sostanze utilizzate per colorare i tessuti sintetici. Per evitare che insorga questo tipo di allergia, è consigliabile indossare tessuti in cotone o fibra naturale poco colorati.

 

Resine

Vengono impiegate dall’industria sia come collanti di scarpe in cuoio e in gomma ma anche nei capi di abbigliamento come antipiega.

 

Le informazioni contenute in questa sezione sono fornite da JWT e non sostituiscono in alcun modo il parere medico o il consiglio del farmacista 


Share on Facebook Share on Twitter

Scopri dove si nasconde l’allergia!

Seleziona la tua area e scopri come si muoveranno i pollini delle piante nella settimana.

Le Allergie

Non sono tutte uguali. Scopri la loro classificazione.

Combatti l'allergia

Guarda il video