GLOSSARIO

CURA DELL’ALLERGIA ALIMENTARE

L’unico modo certo per evitare le reazioni allergiche è evitare gli alimenti che provocano i sintomi. Tuttavia, nonostante tutte le precauzioni, è possibile comunque entrare in contatto con l’alimento che provoca una reazione.

 

I vaccini antiallergici (immunoterapia desensibilizzante) per curare le allergie alimentari, cioè la serie di iniezioni sottocutanee o di gocce da mettere sotto la lingua usata per diminuire l’effetto di altre allergie, ad esempio come la rinite allergica, sono oggi una nuova possibilità terapeutica per ridurre l’allergia a certi alimenti come il latte e le uova, ma devono essere gestiti da centri allergologici altamente specializzati.

 

Per le reazioni di lieve intensità gli antistaminici disponibili in farmacia con o senza ricetta possono aiutare ad alleviare i sintomi. Questi farmaci possono essere assunti dopo l’esposizione a un alimento che provoca l’allergia per alleviare il prurito o l’orticaria, però non sono in grado di curare le reazioni allergiche più gravi.

 

Per le reazioni allergiche gravi può essere necessario un’iniezione di emergenza di adrenalina e andare immediatamente al pronto soccorso. Molte persone allergiche portano sempre con sé un autoiniettore di adrenalina, una specie di siringa con un ago a molla che inietta una dose singola di farmaco.

 

Scopri di più sulle allergie alimentari

 

Queste informazioni hanno solo un carattere divulgativo e non possono sostituire l’opera delle figure sanitarie di riferimento, come i medici e i farmacisti.

 


Share on Facebook Share on Twitter

Scopri dove si nasconde l’allergia!

Seleziona la tua area e scopri come si muoveranno i pollini delle piante nella settimana.

Le Allergie

Non sono tutte uguali. Scopri la loro classificazione.

Combatti l'allergia

Guarda il video